Texas Hold’em: le strategie dei vincitori

Il Texas Hold’em è una delle più famose ed apprezzate varianti del Poker; il suo successo planetario fa sì che in molti si cimentino nel gioco senza l’esperienza necessaria e, spesso, anche quando comprendono di non saperne abbastanza, una parte del loro budget è ormai in fumo. Ma allora, come approcciarsi al Texas Hold’em senza uscirne con le tasche vuote?

Texas Hold’em: consigli pratici per il neofita

Concentrati!

Innanzitutto, una volta comprese le regole di base, tieni a mente che è necessario mantenere elevata la concentrazione; infatti, un trucco dei giocatori più esperti è quello di far distrarre i novellini con discussioni che li distolgano dalle loro carte, e dalla partita. Cerca allora di rimanere focalizzato su ciò che è realmente importante.

Gioca con i tuoi pari

Inoltre, in un primo momento sarebbe affrettato cercare di giocare con dei professionisti; per questa ragione, prima di mettere sul tavolo il tuo denaro, considera il livello dei tuoi avversari!

Focalizzati su una variante

Un altro fattore da tenere in considerazione agli inizi è la variante da giocare: giocando stili diversi, aumenti la probabilità di perdere e finisci per non destreggiarti in nessuno di essi.

Non bluffare

Anche se è eccitante e rappresenta una delle caratteristiche più intriganti del gioco, il bluff è un’arte difficile da padroneggiare e si può dire con certezza che ogni neofita ne abusa, a caro prezzo. Evita di bluffare finché non avrai raggiunto un livello di esperienza sufficiente da potertelo permettere.

Valuta te stesso e gli avversari

I migliori giocatori di Texas Hold’em sono quelli che imparano dai propri errori, prima che da quelli degli altri. Ciò è meno comune di quanto non si pensi: a nessuno piace riconoscere i propri sbagli. Eppure, anche nel Poker, una partita è proficua non solo se si vince ma anche se è servita a migliorarci.

La miglior difesa è l’attacco!

Un elemento cruciale nel Texas Hold’em è rappresentato dallo stile di gioco; agli inizi si potrebbe essere orientati verso una strategia difensiva, in cui si pensa solo alle proprie carte e poco a tutto ciò che accade intorno a noi; tuttavia, è necessario abituarsi da subito all’idea che le mosse migliori che possiamo fare sono quelle che forzano i nostri avversari a compierne di prevedibili, accrescendo al contempo il rischio che commettano errori. Per questo, un approccio aggressivo (seppur razionale) è necessario.

Non fidarti delle tue vincite passate

Spesso si vedono giocatori di medio livello compiere mosse irrazionali o inadatte al contesto della partita; è la “sindrome della vincita passata”, un morbo che porta questi player a ripetere una mossa solo perché in passato si è rivelata efficace, senza averne valutato attentamente pro e contro.

Non esserne vittima: solo con l’esperienza puoi comprendere a fondo quando una giocata sarà effettivamente vincente, e quando non lo è.

Fidati di te stesso, non dei corsi accelerati

Troppo spesso su internet ci si imbatte in siti che propongono di trasformare dei novellini in milionari professionisti del poker, il tutto tramite corsi a pagamento. Se ne vedi, semplicemente passa oltre: non esistono scorciatoie per diventare un asso con le carte, tantomeno a pagamento!